Inserisci il numero desiderato.
Questo sito usa i cookie grazie a cui il nostro servizio può funzionare meglio. Altro
Pagina principale » Blog »

Devo portare il mio telefono aziendale in vacanza?

Devo portare il mio telefono aziendale in vacanza?

Quando siamo in vacanza, dovremmo riposare, recuperare e prepararci per il lavoro successivo. Ecco perché non si dovrebbe rispondere al telefono del lavoro quando si è in vacanza. Il datore di lavoro dovrebbe rispettare il nostro tempo libero. Ci sono, tuttavia, situazioni in cui è necessario rispondere al telefono di lavoro in vacanza. Ci sono momenti in cui il vostro datore di lavoro deve richiamarvi dalle vacanze.

Senza una telefonata o un'e-mail, questo non sarà possibile. Tuttavia, non siete obbligati a rispondere al vostro telefono quando siete in vacanza. Se non porta il suo telefono di lavoro con sé in vacanza, non potrà ricevere una chiamata dal suo datore di lavoro. D'altra parte, puoi cancellare il tuo congedo solo se il tuo datore di lavoro è sicuro che tu abbia ricevuto il messaggio.

Per questo i nostri obblighi durante un congedo possono includere il portare con noi un telefono aziendale. Vale la pena notare, tuttavia, che questo non significa che non dovete separarvi dal vostro telefono di lavoro. Quindi, quando andiamo in vacanza, mandiamo in vacanza anche il nostro telefono aziendale, ma facciamo in modo che vada in un cassetto della scrivania aziendale.

Non abbiamo paura di dire a colleghi e clienti che non saremo disponibili al telefono durante le vacanze. E dato che molti affari aziendali o industriali si svolgono sui social media, per disconnettersi completamente da tutto ciò che riguarda il lavoro, possiamo fare un ulteriore passo avanti e disintossicarci dai dispositivi elettronici.

Chiunque, almeno per qualche giorno di vacanza, abbia rinunciato a controllare le e-mail, le notizie dal mondo, a usare Facebook, Instagram e altre applicazioni, sa quanto questo possa cambiare e quanto migliori la qualità del riposo. Per i meno radicali, possiamo anche semplicemente limitare la nostra attività su internet, per esempio, a una decina di minuti al giorno. Sta a noi decidere come vogliamo passare le nostre vacanze, se vogliamo sdraiarci sulla spiaggia, ristrutturare la nostra casa o aiutare in una fondazione come volontari. Di regola, però, i datori di lavoro non dovrebbero renderci difficili le vacanze chiamandoci per questioni di lavoro.

Autore: Donata Giordano
L'articolo è stato pubblicato: Blog •  2020-10-25
Tag: terrorismo telefonico pubblicità spam telefonico che numero è servizio clienti chiamate

Articolo correlato